Natività di San Giovanni Battista (7 luglio)

Natività di San Giovanni Battista (7 luglio)

Inno acatisto

 

Contacio 1

Scelto fin dai tempi antichi per essere il precursore e il battista di Cristo Dio il Salvatore del mondo, o Giovanni benedetto, mentre glorifichi il Signore che ti ha glorificato, noi ti innalziamo inni di lode come al più grande tra i nati da donna, angelo nella carne e predicatore di conversione. Tu, che hai grande confidenza presso il Signore, libera da ogni pericolo e guida alla conversione noi che con amore ti esclamiamo: Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Ico 1

L'arcangelo Gabriele, che sta davanti a Dio, fu inviato al sacerdote Zaccaria, quando, servendo nell'ordine del suo turno, era entrato a offrire l'incenso nel tempio del Signore, e stando alla destra dell'altare dell'incenso, diede il buon annuncio della tua nascita, o grande Giovanni, annunciando a Zaccaria gioia e letizia, e come molti si sarebbero allietati della tua nascita. Perciò anche noi, Dio meravigliandoci e allietandoci del mirabile beneplacito divino in te, con pietà ti cantiamo le lodi:

Gioisci, ineffabile confidente del consiglio di Dio; gioisci, adempimento della sua mirabile dispensazione.

Gioisci, tu che sei stato rivelato molti anni prima dalla profezia di Isaia; gioisci, messaggero davanti al volto del Signore, profetizzato in tempi antichi.

Gioisci, tu che sei stato preordinato grande profeta dell'Altissimo; gioisci, tu che sei nato secondo la promessa di un angelo.

Gioisci, tu che sei stato colmo di Spirito Santo anche nel grembo materno; gioisci, tu che sei stato consacrato a un grande ministero prima della tua nascita.

Gioisci, liberazione della sterilità dei genitori; gioisci, gioia e letizia di un sacerdote di Dio.

Gioisci, progenie di una figlia di Aronne; gioisci, frutto di preghiera dato da Dio.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 2

Quando Zaccaria vide l'angelo che gli appariva, fu turbato e lo prese la paura, e non credette alle parole del suo annuncio riguardo alla tua nascita; ma quando rimase muto per la sua incredulità, si meravigliò di questo gloriosissimo prodigio, esclamando a Dio con tutto il suo cuore: Alleluia.

Ico 2

Cercando di capire la mente insondabile, il popolo aspettava Zaccaria, meravigliandosi del suo indugiare nel santuario, ma quando uscì e non poteva parlare loro, ma faceva solo segni, tutti capirono che egli aveva avuto una visione nel santuario. E noi, glorificando Dio, mirabile creatore di miracoli, gridiamo a te:

Gioisci, buona fonte del silenzio di tuo padre; gioisci, mutamento delle lacrime di tua madre in gioia.

Gioisci, rimozione della sua vergogna tra la gente; gioisci, grande consolazione per chi ti ha dato i natali.

Gioisci, poiché nel sesto mese dopo il tuo concepimento, la santissima Vergine Maria è stata visitata da un angelo a Nazaret; gioisci, poiché molti si sono allietati della tua nascita.

Gioisci, perché hai ricevuto un nome di grazia, dato da un angelo; gioisci, perché al tuo nome il silenzio di tuo padre Zaccaria è terminato.

Gioisci, perché il nome di Dio è stato benedetto da tuo padre a causa tua; gioisci, poiché alla tua nascita miracolosa sono discesi timore e meraviglia sugli astanti.

Gioisci, perché la notizia della tua nascita miracolosa si è diffusa su tutta la terra di Giudea; gioisci, perché da te la salvezza è apparso a molti in questo mondo.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 3

La potenza dell'Altissimo ha terminato la sterilità della giusta Elisabetta, che era oltre l'età naturale per avere figli, perché ha concepito te, il glorioso Precursore del Signore, e mantenendo questo segreto per cinque mesi, ha detto: così il Signore ha agito con me nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna tra gli uomini. Ma quando ha ricevuto colei che portava Cristo nel suo grembo, fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: Com'è che la Madre del mio Signore viene a me? E allietandosi con lei, gridò a Dio: Alleluia.

Ico 3

Tu che dovevi precedere il Signore con lo spirito e la forza di Elia eri pieno di Spirito Santo, mentre eri ancora nel grembo di tua madre, da dove sei apparso come profeta mirabile, quando hai saltato di gioia alla venuta della Madre del Signore. Hai infatti riconosciuto Dio portato nel grembo della piena di grazia, e per mezzo della voce di tua madre lo hai predicato, perché era giusto che l'inizio delle cose divine fosse più che glorioso. Perciò, ammirando queste cose con riverenza, con gioia gridiamo a te:

Gioisci, tu che ancora nel grembo di tua madre hai proclamato con gioia miracolosa il Signore che ti ha glorificato; gioisci, per causa tua e di tua madre Elisabetta l'incarnazione di Cristo è stata rivelata.

Gioisci, perché anche lei fu piena di Spirito Santo; gioisci, perché è apparsa come una meravigliosa profetessa.

Gioisci, perché per lei la santissima Vergine Maria è stata chiamata benedetta fra le donne;

gioisci, perché è stata anche chiamata Madre del Signore.

Gioisci, perché il suo frutto senza seme è stato dichiarato più che benedetta; gioisci, manifestazione della sapienza divina.

Gioisci, benedizione di un matrimonio santo; gioisci, mirabile virgulto di un grembo sterile.

Gioisci, tu che lasci gli uomini attoniti per la tua nascita; gioisci, voce radiosa della Parola.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 4

Turbato da una tempesta di dubbi, il sacerdote Zaccaria era incapace di parlare, secondo la parola dell'angelo. Ma quando dopo la tua nascita, o Precursore del Signore, ha scritto il tuo nome pieno di grazia, subito le sue labbra e la lingua sono stati liberati e ha parlato, benedicendo Dio e profetizzando, dicendo: Benedetto il Signore Dio d'Israele, perché egli ha visitato e redento il suo popolo, e tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo, cantando a lui: Alleluia.

Ico 4

Sentendo della tua gloriosissima e miracolosa nascita, le persone che vivevano intorno dissero tra di loro con stupore: Che cosa diventerà mai questo bambino? Ma noi indegnamente onorando te, più che glorioso precursore del Signore, come il più grande tra i nati di donna, ti glorifichiamo così:

Gioisci, tu che sei stato pieno di manifestazioni di grazia fin dal tuo concepimento; gioisci, tu che sei stato glorificato da Dio nella tua vita.

Gioisci, tu che nella tua infanzia sei stato chiamato profeta dell'Altissimo da tuo padre; gioisci, tu che nella tua infanzia sei stato illuminato e rafforzato dallo Spirito Santo.

Gioisci, tu che sei stato parente di sangue del Dio incarnato; gioisci, tu che hai ricevuto da Dio la vocazione nobile di precursore e battista.

Gioisci, raggio che proclama la nuova luce al mondo; Gioisci, stella che illumina il cammino che conduce a Cristo.

Gioisci, stella mattutina del sole che mai tramonta; gioisci, lampada della luce che mai si estingue.

Gioisci, tu che prepari la strada per l'arrivo di Cristo; Gioisci, tu che appari come angelo e come uomo.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 5

L'empio ordine dell'iniquo infanticida Erode ti ha spinto fuori dalla casa di tuo padre, verso il deserto senza strade, portato da tua madre, o precursore del Signore, e lì tu hai aspettato fino al giorno della tua apparizione a Israele, mangiando locuste e miele selvatico, e gridando a Dio: Alleluia.

Ico 5

Vedendo la meravigliosa provvidenza di Dio al tuo riguardo, O Giovanni lodato da Dio, tu sei apparso amante di una vita di digiuno fin dalle fasce dell'infanzia, da quando per volontà dell'Altissimo fosti mandato a predicare l'imminente salvezza in Cristo. Per questo motivo, con stupore e amore gridiamo a te:

Gioisci, perché, ancora bambino, tu hai colmato di terrore il re Erode; gioisci, tu che sei stato preservato dalla suo vana uccisione per mezzo della destra dell'Altissimo.

Gioisci, fragrante rosa del deserto; gioisci, tu che hai stupito tutti per l'altezza delle tue fatiche ascetiche.

Gioisci, indicatore fedele della vera via; gioisci, mirabilissimo conservatore della purezza e della castità.

Gioisci, perfetto esempio di abnegazione del Vangelo; gioisci, protezione e sicurezza dei monaci.

Gioisci, illuminazione delle menti dei teologi; gioisci, tu che apri le porte della compassione di Dio ai peccatori.

Gioisci, tu che doni il perdono del Signore ai peccatori che si convertono; tu che aiuti a portare frutti degni di conversione.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 6

Ti sei mostrato glorioso predicatore, divino precursore nel deserto della Giordania, al momento della comparsa di Cristo Dio nel mondo, perché quando ti si è avvicinato, tu lo hai mostrato al popolo, dicendo: Ecco l'Agnello di Dio che porta via il peccato del mondo. E noi, dopo averlo conosciuto mediante la fede, cantiamo a lui: Alleluia.

Ico 6

Tu hai brillato come luce di verità, o Giovanni, illuminato da Dio, manifestando a tutti lo splendore della gloria del Padre, apparso nella carne per la nostra salvezza. Hai gridato infatti al popolo nel deserto: convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino; portate frutti degni di ravvedimento. Poiché, ecco, viene dietro a me, uno che vi battezzerà con l'acqua e lo Spirito. Perciò gridiamo a te con lodi:

Gioisci, araldo della venuta del Messia; Gioisci, preparatore dei sentieri del Signore.

Gioisci, intercessore della grazia vecchia e nuova; gioisci, fine dei profeti e inizio degli apostoli.

Gioisci, rinomata voce del Verbo; gioisci, predicatore con voce di tuono del pentimento.

Gioisci, tu che hai convertito molti dei figli d'Israele al Signore; gioisci, tu che hai reso le persone perfette per il Signore.

Gioisci, tu che con coraggio hai denunciato i farisei e sadducei; gioisci, tu che hai insegnato a fare frutti degni di ravvedimento.

Gioisci, indicatore dell'illuminazione spirituale; gioisci, instancabile intercessore per chi cerca la tua protezione.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 7

Quando il Signore Gesù volle essere battezzato, O Giovanni divinamente beato, dicesti: io ho bisogno di essere battezzato da te; tuttavia, obbedendo a colui che ha detto, lascia che sia così per ora, hai alzato la tua mano destra sul suo capo, e dopo aver battezzato colui che non aveva bisogno di purificazione, hai gridato: Alleluia.

Ico 7

Dandoti nuova grazia, il Signore volle essere battezzato da te, concedendoti di contemplare la venuta dello Spirito e di ascoltare la voce del Padre dal cielo che testimonia la sua filiazione. Per questo tu hai insegnato ad adorare un solo Dio in tre persone; glorificandolo con labbra di argilla, offriamo queste lodi a te:

Gioisci, primo predicatore della Teofania della Trinità; gioisci, vero adoratore del Dio unico in tre persone.

Gioisci, chiaro osservatore dello Spirito Santo in forma di colomba; gioisci, testimone della sua discesa dal Padre sul Figlio.

Gioisci, ascoltatore della voce di Dio Padre dal cielo; gioisci, osservatore della rivelazione dell'amore del Padre per il Figlio.

Gioisci, battista eletto del Figlio di Dio; gioisci, esecutore della Sua santa volontà.

Gioisci, lottatore zelante nel servizio glorioso per la salvezza del genere umano; gioisci, primo celebrante del grande mistero del Battesimo.

Gioisci, araldo della gioia divina; gioisci, primo insegnante del Nuovo Testamento.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 8

Dopo aver contemplato la strana e ineffabile umiltà del Dio Verbo incarnato, o battista divinamente beato, quando ha chinato il suo capo divino a te e ha ricevuto un battesimo di servo, tu stesso sei stato interamente colmato di grande umiltà. Supplica dunque questa virtù divina d'amore anche per noi, posseduti da orgoglio, perché possiamo gridare a lui con cuore umile: Alleluia.

Ico 8

Interamente ricolmo di doni di grazia, al compimento del corso della vita terrena, o Giovanni divinamente eletto, tu hai insegnato a tutti a piacere a Dio attraverso il compimento della legge e il pentimento. Pertanto, gridiamo lodi grate a te, grande maestro di verità:

Gioisci, sostenitore della legge e dei giudizi del Signore; gioisci, espositore dell'illegalità di Erode.

Gioisci, zelota per la sua correzione; gioisci, tu che hai sofferto prigionia e obbligazioni per causa di giustizia.

Gioisci, tu che sei stato decapitato per la verità; gioisci, perché al tuo corpo è stata data onorevole sepoltura da parte dei tuoi discepoli.

Gioisci, perché per la provvidenza di Dio il tuo capo è stato preservato incorrotto; gioisci, perché hai concesso consolazione, santificazione e guarigione ai cristiani.

Gioisci, perché i fedeli si inchinano piamente anche alla tua mano destra che ha battezzato il Signore; gioisci, perché con questo avvengono molti miracoli anche ai giorni nostri.

Gioisci, perché per mezzo tuo i fedeli sono liberati dal disonore delle passioni.

Gioisci, perché per mezzo tuo i peccatori sono mossi alla conversione.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 9

Il regno angelico è rimasto sorpreso dalla sublimità del tuo ministero, e la Chiesa con riverenza ti loda come amico di Cristo Dio, che lo precede con lo spirito e la forza di Elia. Perché, pieno di zelo per la verità, ti mettesti coraggiosamente a rimproverare i farisei ed Erode l'iniquo, da cui hai ricevuto la fine di un martire. Pertanto, ci prosterniamo davanti al tuo santo capo, e ti preghiamo: liberaci dal disonore delle passioni, perché con cuore e labbra pure possiamo cantare: Alleluia.

Ico 9

Nessuna retorica terrena può bastare a lodarti degnamente, o Giovanni divinamente lodato, perché la bocca del Cristo ti ha lodato, chiamandoti superiore ai profeti e il più grande tra tutti i nati di donna. Perciò, non sapendo come offrirti lodi degne, gridiamo a te così:

Gioisci, grande gloria della Chiesa di Cristo;

gioisci, mirabilissima meraviglia degli angeli.

Gioisci, gioia e glorificazione degli antenati; gioisci, elevata lode dei profeti.

Gioisci, corona divinamente illuminata degli apostoli; gioisci, magnifica bellezza dei santi gerarchi.

Gioisci, inizio dei martiri nella nuova grazia; gioisci, perfezione dei santi monaci.

Gioisci, ornamento dei giusti; gioisci, fondamento delle vergini e degli asceti.

Gioisci, grande consolazione di tutti i cristiani;

Gioite, poiché il tuo nome è glorificato da tutte le generazioni cristiane.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 10

Tu hai proclamato agli abitanti dell'ade la buona novella di Cristo, venuto nella carne per salvare il mondo; come la stella del mattino che precede il sole, tu hai illuminato chi siede nelle tenebre e nell'ombra di morte, da cui sei stato presto tratto dal Signore assieme a tutti i giusti fin dall'inizio dei tempi, cantando a lui come liberatore e conquistatore della morte: Alleluia.

Ico 10

Tu sei un baluardo e un rifugio di salvezza per tutti quelli che si rivolgono a te in preghiera, o divino Giovanni, quindi, ti benediciamo così con inni di lode:

Gioisci, nostro intercessore potente e custode fedele dai pericoli; gioisci, aiutante veloce e liberatore di chi soffre per gli spiriti di malizia.

Gioisci, tu che effondi la benedizione di Dio sugli sterili; gioisci, tu che liberi quelli che accorrono a te con fede dal grande turbamento delle passioni.

Gioisci, tu che rapidamente concili quelli che sono in conflitto; gioisci, tu che concedi rapido aiuto a coloro che con fervore si rivolgono a te in ogni necessità e dolore.

Gioisci, tu che soccorri quelli che corrono la buona gara dall'auto inganno e dall'illusione; gioisci, tu che aiuti quelli che si affidano alla tua intercessione in punto di morte.

Gioisci, tu che con la tua intercessione liberi quelli che ti amano dalle stazioni di pedaggio dell'aria; gioisci, tu che testimoni degni della vita eterna quelli che onorano la tua gloriosa memoria.

Gioisci, difesa dei poveri, delle vedove e degli orfani; gioisci, dopo Dio e la Madre di Dio, rifugio e speranza dei cristiani.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 11

Nessun inno è sufficiente a lodarti secondo il retaggio delle tue grandi gesta, o battista del Signore. Ma noi, spinti dall'amore, osiamo cantare inni alla tua grandezza. Accetta misericordiosamente questi inni da noi, o intercessore presso il trono della santissima Trinità, e prega che siamo liberati da ogni corruzione peccaminosa, perché con cuore e labbra pure possiamo cantare a Dio: Alleluia.

Ico 11

Sapendoti una lampada della luce inaccessibile e completamente ricolmo dei doni radiosi della grazia, o Giovanni divinamente illuminato, con gioia ti offriamo queste parole:

Gioisci, testimone oculare della luce divina che splende dall'alto; gioisci, tu che lodi Dio per la luce delle tue virtù.

Gioisci, tu che riveli la maestosa gloria della santissima Trinità; gioisci, tu che mostri il percorso corretto e mirabile al cielo.

Gioisci, foriero della buona novella di Dio incarnato agli abitanti dell'ade; gioisci, nunzio dei giusti trattenuti agli inferi dall'inizio dei tempi.

Gioisci, sincero amico del Maestro, Cristo Dio; gioisci, tu che riveli al mondo la vera luce.

Gioisci, splendore della brillante luce del Vangelo; gioisci, glorificazione della stirpe cristiana.

Gioisci, compimento del consiglio di Dio; gioisci, perché dal sorgere del sole fino al suo calare il tuo nome è da lodare.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 12

Portando il nome di grazia, o battista del Signore, e da questo arricchito, tu appari come gloriosissimo portatore di vittoria, perché hai conquistato i nemici e ogni malizia, e hai sigillato il tuo ministero con il martirio. E ora, in piedi davanti al trono del Re dei re, supplicalo di concedere a tutti i fedeli la vittoria sui loro nemici e il successo in tutto, e il rafforzamento della grazia delle virtù, mentre cantano a lui: Alleluia.

Ico 12

Inneggiando a Dio, mirabilmente glorificato in te, noi ti lodiamo, o divinamente beato battista, come amico sincero di Cristo, lodiamo le tue grandi lotte ascetiche, benediciamo la tua morte di martire, e con gioia gridiamo a te così:

Gioisci, apostolo universale e primo martire del Nuovo Testamento; gioisci, primo annunciatore del regno dei cieli manifesto con la comparsa di Cristo sulla terra.

Gioisci, tu che hai previsto la divina chiamata dei gentili; gioisci, tu che hai manifestato al mondo le cose nascoste e segrete della sapienza di Dio.

Gioisci, tu che ti sei dimostrato più fruttuoso di altri negli atti divini; gioisci, perché alla luce di tuoi atti il Padre celeste è stato glorificato.

Gioisci, perché allieti indicibilmente la Chiesa di Cristo nella tua memoria; gioisci, perché ora godi eternamente abbondante letizia.

Gioisci, illuminato dai raggi divini della luce trisolare; gioisci, perché canti incessantemente con gli incorporei l'inno tre volte santo a Dio.

Gioisci, perché ora, rimossi gli specchi, contempli direttamente la santissima Trinità.

Gioisci, o grande Giovanni, profeta, precursore e battista del Signore.

Contacio 13

O grande e più che glorioso Giovanni, precursore e battista del Signore, ricevi ora questa supplica che noi ti offriamo e con le tue preghiere gradite a Dio liberaci dai mali di ogni genere, riscattaci dal tormento eterno, e facci eredi del regno dei cieli, perché per tutti i secoli possiamo cantare a Dio: Alleluia.

 

Questo Contacio si legge per tre volte, seguito da Ico 1 e Contacio 1

Preghiera al santo profeta, precursore e battista del Signore Giovanni

O battista di Cristo, santo precursore, ultimo dei profeti, primo dei martiri, istruttore degli asceti e degli abitanti del deserto, maestro di purezza e amico intimo di Cristo. Ti prego, io accorro a te. Non mi respingere dalla tua protezione, ma solleva me caduto in molti peccati, rinnova la mia anima con il pentimento, come con un secondo battesimo. Purifica me, corrotto dal peccato, e spingimi a entrare là dove la corruzione non può entrare: nel regno dei cieli. Amìn.

 

timbro hristos 326x327

 

© Copyright - Tutti i diritti riservati.

Fonte: "ortodossiatorino.net/TestoTrilingue.php?id=1435"

Date

07 Luglio 2020

Tags

Lug

Hristos

La Chiesa non è la barca personale di qualcuno, né del papa, né del patriarca, né del vescovo. Nessuno può far tacere lo Spirito nella Chiesa, nei fedeli.

San Paisios del Monte Athos

Prossima festività

© 2020 Hristos. All Rights Reserved. Designed By Domenico Oliveri.