Tre edificanti parabole

Questo è ciò che accade a un uomo che vive tra la gente; come smettere di essere un fallito e la natura del maligno. 

monaci ortodossi1Tre Monaci

C’erano tre monaci laboriosi. Uno di loro scelse di mediare i conflitti degli uomini, un altro avrebbe visitato i malati, mentre il terzo andò nel deserto per rimanere in silenzio. Il primo non fu capace di mediare tutti i conflitti a causa delle contese fra gli uomini e quando andò dal secondo monaco, quello che confortava i malati, per raccontargli la sua infelicità, lo trovò indebolito e non più scrupoloso nell’adempiere al suo voto. Entrambi si recarono dall’eremita e gli parlarono dei loro dispiaceri, chiedendogli di rivelare loro cosa avesse fatto di buono nel deserto. Dopo una breve pausa, l’eremita versò un po’ d’acqua in una ciotola e disse: «Guardate l’acqua».
L’acqua era torbida, e non potevano intravedere nulla al suo interno. Dopo un po’ l’eremita disse nuovamente: «Guardate, ora l’acqua si è sedimentata».
Nel momento in cui riguardarono nell’acqua, videro le loro facce riflesse come in uno specchio, ed egli disse: «Questo è ciò che accade ad un uomo che vive tra la gente: non riesce a vedere i propri peccati a causa della confusione, mentre quando egli è nel silenzio, specialmente nel deserto, vede i suoi errori».

Una borsa vuota

Un giorno un uomo che voleva consacrare la propria vita al servizio di Dio e degli uomini, ma aveva causato molti danni con le sue azioni, andò da un uomo saggio. «Io ho veramente fallito!», disse l’uomo sospirando, «Sono perseguitato dalla sfortuna!».
L’uomo saggio rispose: «La tua virtù è come un uomo povero, il quale vorrebbe ingraziarsi tutti i viaggiatori che incontra, ma la tua borsa da viaggio è vuota: ecco dove risiede il motivo dell’imperfezione delle tue azioni. Ti darò dei consigli preziosi: prenditi cura della tua anima, arricchiscila con la gioia di servire Dio e raccogli i raggi della sua Grazia nella tua anima. Solo allora beneficeranno le persone. Più ricchezza celeste accumulerai nella tua borsa, più sarai capace di donarla al mondo».

La natura di un lupo

Tutti gli animali della foresta avevano paura del terribile lupo. Nel momento in cui lo sentivano arrivare, cominciavano a correre per mettere in salvo le loro vite.
Un giorno, il lupo radunò l’intera comunità della foresta.
«Non voglio che la paura regni nella nostra foresta. Non guardatemi come se fossi un bestia insaziabile, e non fuggite più davanti a me! Non mangerò i sani; ci sono animali abbastanza malati e deboli nella foresta», promise, il lupo. «Portatemi questi e non toccherò gli altri!»
Gli animali furono d’accordo, e gli portano i malati; ma il lupo divorò anche i sani – proprio quelli che gli avevano portato i deboli!
«Perché mangi gli animali sani: non avevi promesso di non farlo?» gli chiesero.
«Non è colpa mia se i tuoi sani sono anch'essi così malati», rispose il lupo.
Non vi può essere alcun accordo con Satana. Egli vi ingannerà comunque.

«Il diavolo (...) è stato un assassino fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna». (Gv 8, 44)

 

timbro hristos 326x327

 

© Copyright - Tutti i diritti riservati.

Fonte: blog.obitel-minsk.com/2020/04/thats-what-happens-to-a-man-who-lives-among-people-or-how-to-stop-being-a-loser.html

Traduzione libera a cura di Emiliano Pavel Di Salvoemiliano pavel disalvoCollaboratore occasionale - Sono romano di nascita, veronese per lavoro, ortodosso per scelta e vocazione. Ero cattolico sino all'età di sedici anni. Nel 2016 ho riscoperto la fede e da quel momento ho cercato di mantenere una "postura ortodossa" nel mondo e verso il mondo. per hristos.it

Hristos

La Chiesa non è la barca personale di qualcuno, né del papa, né del patriarca, né del vescovo. Nessuno può far tacere lo Spirito nella Chiesa, nei fedeli.

San Paisios del Monte Athos

Prossima festività

© 2020 Hristos. All Rights Reserved. Designed By Domenico Oliveri.