La Madre di Dio

La Theotokos, la datrice di vita di Dio... la più grande di tutti gli esseri umani che siano mai vissuti.

kazanskaya_icon_theotokos

Molte tradizioni riguardanti la Sempre Vergine Maria, la Theotokos (Madre di Dio), la datrice di vita di Dio, sono di suprema importanza teologica. Ad esempio, quelle per cui Maria è e rimase vergine prima e dopo la nascita di Cristo; quella per cui, all'atto della nascita, Cristo miracolosamente non le arrecò alcun dolore, lasciandone la verginità intatta.

Molte delle credenze delle Chiese a riguardo della Vergine Maria sono riflesse nel testo apocrifo, "La natività di Maria" che non venne incluso nelle scritture, ma è considerato accurato nella sua descrizione degli eventi. Da bambina Maria venne consacrata all'età di tre anni per servire nel tempio come vergine.

Zaccaria, allora Sommo Sacerdote, fece l'inimmaginabile: portò Maria nel "Santo dei Santi" come segno della sua importanza poiché lei stessa sarebbe diventata l'arca in cui Dio avrebbe preso forma. All'età di dodici anni le venne chiesto di rinunciare alla sua posizione e di sposarsi, ma lei desiderò rimanere per sempre vergine in onore a Dio. Venne così deciso di darla in sposa ad un parente stretto, Giuseppe, suo zio o cugino, un uomo anziano e vedovo, che si sarebbe preso cura di lei e le avrebbe permesso di mantenere la verginità. E fu così che quando giunse il tempo stabilito si sottomise al volere di Dio e permise a Cristo di prendere forma dentro di sé.

Si crede che Ella, nella sua vita, non commise peccato, ma l'Ortodossia non accetta il dogma dell' "immacolata concezione" (che nasce da un concetto umano di tipo agostiniano). La Theotokos fu soggetta alle conseguenze del "peccato ancestrale" come ogni essere umano, ma ne venne purificata al momento del concepimento di Cristo, il solo ad essere senza peccato. Nella teologia della Chiesa ortodossa è molto importante comprendere che Cristo, fin dal momento del concepimento era al tempo stesso Dio perfetto e uomo perfetto. Per questo è corretto dire che Maria è, in effetti, la Theotokos, la datrice di vita di Dio, e che Lei è la più grande di tutti gli esseri umani che siano mai vissuti. Questo termine ha una notevolissima importanza teologica per i cristiani ortodossi, in quanto era al centro del cosiddetto dibattito cristologico del IV e V secolo d.C. Dopo aver svolto il suo grande ruolo, la Chiesa crede che Maria rimase vergine, continuando a servire Dio in tutti i modi. Maria viaggiò molto assieme al figlio, ed era presente sia durante la passione sulla croce che durante l'ascensione al cielo.

Lei fu la prima a sapere della resurrezione del figlio: l'Arcangelo Gabriele le apparve, nuovamente, rivelandogliela. Ella visse fino all'età di settanta anni, e chiamò miracolosamente a sé tutti gli Apostoli prima di morire. Secondo la tradizione San Tommaso arrivò tardi e non fu presente al momento della sua morte. Desiderando baciarle la mano un'ultima volta, aprì la tomba, ma il suo corpo era scomparso. Così viene sottolineata la "Dormizione della Vergine", non la sua "Assunzione".

 

timbro hristos 326x327

© Copyright - Tutti i diritti riservati.

Hristos

La Chiesa non è la barca personale di qualcuno, né del papa, né del patriarca, né del vescovo. Nessuno può far tacere lo Spirito nella Chiesa, nei fedeli.

San Paisios del Monte Athos

Ultimi articoli

Prossima festività

© 2019 Hristos. All Rights Reserved. Designed By Domenico Oliveri.