È possibile salvarsi solo con le opere buone?

Nei tempi odierni di liberalismo si diffonde, sempre di più, la dottrina secondo cui l’uomo può essere salvato attraverso le sue opere buone, e che Gesù Cristo è, per i cristiani, solo un modello e un esempio educativo di perfezionamento morale e spirituale, ma non è affatto il Redentore del mondo.

Rafail KarelinNei tempi odierni di liberalismo si diffonde, sempre di più, la dottrina secondo cui l’uomo può essere salvato attraverso le sue opere buone, e che Gesù Cristo è, per i cristiani, solo un modello e un esempio educativo di perfezionamento morale e spirituale, ma non è affatto il Redentore del mondo. Ne consegue che la salvezza è possibile in tutte le religioni e confessioni per le persone le quali si adoperano ad agire secondo la propria coscienza. Questa dottrina, confrontata con la teologia ortodossa, dimostra che non sono solo cambiati e spostati gli accenti, ma sono anche minate le basi del dogma. I Cristiani hanno sempre creduto che Dio salvasse l’uomo; mentre i modernisti contemporanei, coerentemente e sistematicamente, inseriscono nella coscienza dei fedeli il pensiero che l’uomo salva se stesso, e Dio gli dà la vita eterna come ricompensa alle sue fatiche.

Se chiedete ai cristiani contemporanei che cosa sono la vita eterna e la salvezza, molti diranno: È la vita in paradiso, un luogo dove regnano la bellezza e la gioia eterna, dove sono distrutti ogni male e patimento, dove non c’è la corruzione o il disaccordo, dove nulla oscura l’anima umana. È un luogo dove abitano gli Angeli e i Santi e discende la Divinità con la Sua luce ineffabile. In un primo momento, questa risposta potrebbe sembrare giusta, ma in realtà è omessa una parte importante, e cioè che Dio non dà all’uomo solo del Suo ‒ sebbene anche questo sia irraggiungibile per la mente umana e superi tutti i suoi sforzi e le sue gesta ‒, ma Lui dona molto di più: Se Stesso, rendendo l’uomo un "dio per grazia”. Al cospetto di questa opera, tutte le azioni umane appaiono infinitamente piccole. Il Signore ha promesso di ricompensare mille volte per le opere di misericordia, ma Lui dona al cristiano quello che non si può né immaginare né paragonare con qualcosa, ciò che supera tutta la comprensione [umana] e le misure: offre Se Stesso. È possibile allora parlare dei meriti dell’uomo? Come è possibile meritare Dio? Come è possibile ottenere Dio in ricompensa? Se unissimo insieme tutte le opere buone degli uomini, queste non basterebbero ad eguagliare l’eterna salvezza di una sola anima. La salvezza è il mistero dell’amore mistico di Dio per l’anima umana; il resto serve solo per poter ascoltare e accettare questa chiamata d’amore.

La tragedia dei cristiani contemporanei è che ricercano la Città di Dio quasi come loro legittima eredità, ma non cercano Dio stesso, la fonte della vita eterna. Per loro la parola dei Santi Padri “deificazione” è incomprensibile, essi non capiscono cosa significa diventare un dio per grazia. Loro non desiderano questo perché non lo capiscono. Essi agognano il ritorno del Paradiso perduto, dove i fiori celesti sboccino e diffondano il loro profumo, dove non esista la vecchiaia e la morte, dove non ci sia sofferenza. Il Mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio e della discesa del Santo Spirito, il Mistero della redenzione e della salvezza non sono soltanto il ritorno dell’uomo, caduto in Adamo, allo stato primordiale e innocente, ma è il percorso dell’anima verso Dio attraverso la ricezione della Sua luce divina, attraverso la salita e lo splendore, attraverso l’entrata nella vita divina. E il tentativo infinito di somigliare a Dio appare, ai nostri contemporanei, come se fosse nascosto sotto un velo di nebbia.

Il Signore, sulla croce, ci sostituisce con Se Stesso; il Santo Spirito prepara l’anima umana alla vita nuova. La salvezza è un grande dono di Dio e anche l’uomo moderno tende a considerarla come qualcosa di obbligatoria e conforme alla dignità umana.

Il finito, e nello stesso tempo, infinito scopo dell’uomo è la deificazione; essa si realizza solo attraverso la grazia – potere e azione della Divinità. La grazia è data alla Chiesa. La Chiesa è il campo di eterna luce divina che interagisce con l’anima umana, la quale è obbediente alla grazia che la illumina invisibilmente (in alcuni casi, questa illuminazione, e trasformazione, dell’anima, si riflette sul piano materiale ed è anche visibile).

Il fondamento del Mistero della Chiesa è il sacrificio redentore di Gesù Salvatore. La Chiesa è fondata sul Suo sangue puro. Essendosi affezionato a noi prima di crearci, Dio ha adempiuto tutto per darci non solo i Suoi indicibili tesori, ma anche Se Stesso. Nei salvati, Lui vede il riflesso del suo volto e della Sua bellezza divina; nei salvati, Lui dimora come in vivi templi, non manufatti e immortali. Per loro Cristo è tutto: la vita, l’essenza dell’eternità, l’inizio e la fine senza fine.

La salvezza è impossibile senza la redenzione e santificazione. Quelli che parlano della salvezza attraverso le sole opere buone, mettono così un segno di uguaglianza tra queste e i doni divini. Le opere buone sono la condizione per la manifestazione della fede e dell’amore, perché l’amore per Dio e l’amore per gli uomini sono unite una con l'altra. L’uomo il quale spera di essere salvato con le sue buone opere, assomiglia a un povero che, avendo raccolto qualche spicciolo, immagina che sia possibile acquistare con tali denari un castello imperiale.

Per salvarsi è indispensabile la deificazione dell’uomo: questo inizia nella Chiesa terrena, si sposta e continua nella Chiesa celeste e non finisce mai. Solo attraverso il sacrificio di Cristo sulla croce e la grazia del Santo Spirito, il quale agisce nella Chiesa, l’uomo può realizzare la sua vera supposizione: diventare per l’eternità un dio per grazia.

 

Traduzione libera a cura di Milana MilovićMilo Felletti.resized128 128Collaboratrice occasionale — Sono nata a Belgrado e in questa città abito da tutta la mia vita. Ho conseguito la laurea in letteratura e lingua italiana all’Università di Belgrado. Ho svolto, in quasi tutta la mia attività professionale, il ruolo d’insegnante delle lingue straniere. L’insegnamento mi rende felice e la fede mi rende migliore. per hristos.it

 

timbro hristos 326x327Copyright © 2019 - 2021 Hristos – Tutti i diritti riservati
Fonte: svetosavlje.org/da-li-je-moguce-spasiti-se-samo-dobrim-delima/?pismo=lat

 

 

Potresti essere interessato a...

La palestra
La palestra La similitudine tra un allenatore e un padre spirituale – «L'uomo che ha se stesso come direttore spirituale, diventa discepolo di uno sciocco». Quando intrap... 115 views padre Tryphon
La preparazione alla santa Comunione
La preparazione alla santa Comunione Se si vede nell’eucaristia «il più grande dono», è inammissibile che la preparazione alla comunione arrivi a sembrare «l’acquisto d’un biglietto», «che si dev... 3964 views Iulia Zaitseva
Un cristiano ortodosso deve aver paura del malocchio?
Un cristiano ortodosso deve aver paura del malocchio? «Padre, sono stato maledetto [qualcuno mi ha fatto il malocchio], cosa dovrei fare?» [...] Sono un cristiano ortodosso; prendo regolarmente parte al Corpo e a... 204 views Padre Andrew Chizhenko
Come comportarsi in una chiesa ortodossa
Come comportarsi in una chiesa ortodossa Entra nel tempio con un senso di gioia spirituale. Sei di fronte a Colui che promise di dare conforto agli afflitti: «Venite a me, voi tutti, che siete affati... 3270 views Administrator

Bacheca

Eletto il nuovo patriarca della Chiesa ortodossa serba

Giovedì, 18 Febbraio 2021 22:08

Sua Eminenza il Metropolita Porfirije di Zagabria e Lubiana è stato eletto 46° Patriarca della Chiesa ortodossa serba dopo la dormizione, a novembre,...

Risultati del Sinodo georgiano: nessun tentativo di rovesciare il Patriarca

Sabato, 13 Febbraio 2021 19:32

Tbilisi. Il Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa Georgiana si è riunito oggi a Tbilisi sotto la presidenza di Sua Santità Catholicos-Patriarca, Ilia II...

Mappa interattiva parrocchie ortodosse romene in Italia

Sabato, 13 Febbraio 2021 19:14

Roma − Il Vescovado ortodosso romeno d'Italia ha messo a disposizione dei fedeli una mappa interattiva delle sue parrocchie con un link a ciascun...

Le parrocchie ortodosse ucraine a sostegno dei bambini malati di cancro

Sabato, 13 Febbraio 2021 18:52

Kiev - Ucraina. Nella festa di Presentazione del Signore al Tempio e della Giornata mondiale dei bambini colpiti dal cancro, con la benedizione di Sua...

L'organizzazione giovanile ortodossa

Mercoledì, 10 Febbraio 2021 15:04

La redazione di Hristos è lieta di far conoscere ai nostri lettori una importante organizzazione giovanile dei paesi balcanici, la Confraternita dell...

« »

Prossima festività