Egli si manifestò nella carne

Così Dio apparve nella carne: rallegrati ed esulta, o terra; gioite e festeggiate, voi nati dalla terra. Il Creatore stesso vi ha visitato per crearvi nuovamente, per ristabilire voi che siete corrotti dalle trasgressioni. Vi ha visitato l'onnipotente Medico in carne ed ossa, colui che ha il potere di curare tutte le inveterate afflizioni del peccato, tutte le passioni dell'anima e tutte le infermità del corpo.

Giovanni di Kronštadt«Grande è il mistero della pietà: Egli si manifestò nella carne.» (I Tim. 3, 16)

In questo giorno, in tutto il mondo abitato, la Santa Chiesa porta alla nostra memoria il mistero più maestoso e sublime di tutti: l'Incarnazione del Verbo di Dio. Essa fu compiuta per mezzo dello Spirito Santo di Dio, che rivestì la Vergine purissima con la Sua ombra. Meraviglioso, inesprimibile e grandioso è questo mistero, sia per le menti celesti, le menti degli angeli, glorificate e sempre in contemplazione, sia per le menti degli uomini, illuminate dal Santo Spirito. Pensate: il Dio che non ha principio, dal quale tutto ha avuto inizio (gli Angeli, il genere umano e il mondo intero, sia visibile che invisibile), pone a se stesso un inizio, divenendo uomo. Colui che i cieli non possono contenere, è ora contenuto in un casto grembo. Dio diventa un bambino e giace tra le braccia di una Madre. Colui che nutre ogni respiro, è ora nutrito da un seno.

La scienza dell'astronomia ha appreso che, nella totalità della creazione, la nostra Terra non è che un punto appena percettibile, e che milioni di mondi attorno al nostro riempiono le vastità dello spazio. Ed ecco, guardate! Questo singolo punto, questo globo appena percettibile della creazione di Dio, abitato dagli uomini, è stato ritenuto degno dell'inesprimibile onore di sorreggere il Dio Incarnato, il Dio-Uomo, il quale si degnò di dimorare tra gli uomini. Egli venne per istruire l'umanità peccatrice sulla conoscenza di Dio, per compiere innumerevoli miracoli, per predicare il pentimento e la remissione definitiva dei peccati, per soffrire e morire come un santo sacrificio in remissione dei peccati del mondo, e per essere poi risuscitato dai morti per mezzo della Sua divinità. Così facendo, Egli vinse la morte, la quale accomuna tutti gli uomini, al fine di donare la Risurrezione all'intera razza umana.

Nessuno dei mondi visibili, salvo la Terra, è stato ritenuto degno di questo onore, che è il più grande fra tutti: solo sulla terra Gesù Cristo, l'unigenito del Padre Celeste, ebbe una Vergine-Madre, e Lui soltanto, nella Sua umanità, fu figlio suo. Perché fu data tale preferenza alla Terra? Perché solo sulla Terra Dio apparve nella carne? Questo è un grande mistero divino, il mistero dell'amorevolezza e della condiscendenza di Dio verso una razza umana morente.

Così Dio apparve nella carne: rallegrati ed esulta, o terra; gioite e festeggiate, voi nati dalla terra. Il Creatore stesso vi ha visitato per crearvi nuovamente, per ristabilire voi che siete corrotti dalle trasgressioni. Vi ha visitato l'onnipotente Medico in carne ed ossa, colui che ha il potere di curare tutte le inveterate afflizioni del peccato, tutte le passioni dell'anima e tutte le infermità del corpo. E tutte queste cose Egli fece davvero, come sappiamo grazie al Vangelo e alla storia della Chiesa.

Salutatelo dunque gioiosamente, con la mente e il cuore puri, e con dei corpi casti, placati dal digiuno e dall'astinenza. Questo digiuno è stato istituito premurosamente dalla Santa Chiesa, proprio per prepararci adeguatamente per questa grande festa, per l'incontro con il Re Celeste, il quale viene da noi per dimorare in noi.

Egli venne da noi con la misericordia e la buona volontà del Suo Padre Celeste, e da noi esige misericordia verso il nostro prossimo. Egli è il Re giusto ed esige da noi ogni giustizia, perché anche Lui, come uomo, ha compiuto ogni giustizia (Mt 3, 15), dandoci l'esempio, e ci ha donato la grazia e la forza per fare lo stesso. Egli stesso ha sofferto per noi, portando la croce, e ci ha insegnato a rinnegare noi stessi, ovvero i nostri peccati e le nostre passioni, e a seguirlo, facendo ciò che è santo nel timore di Dio (2 Cor. 7, 1).

Egli venne per guarire le nostre anime, afflitte dal peccato, e comandò a tutti di pentirsi; pertanto, cerchiamo di essere sempre contriti in modo sincero, correggendo noi stessi e perseguendo la santità e la perfezione. I santi Angeli, alla Natività del Dio-Uomo, proclamarono al mondo la pace, e agli uomini la buona volontà del Padre Celeste. Cerchiamo, pertanto, di avere in noi stessi una coscienza serena e di stare in pace con tutti, se possibile. «Cercate la pace con tutti e la santificazione» dice l'Apostolo, «senza la quale nessuno vedrà mai il Signore» (cfr. Ebr. 12, 14).

Amìn.

 

Traduzione libera a cura di Milo (Giovanni) FellettiMilo Felletti.resized128 128Collaboratore — Sono nato nel 1993 a Bologna, città che mi ha visto crescere e dove tuttora risiedo. Nel 2018 ho iniziato a leggere il Nuovo Testamento e al termine di un percorso, durato 15 mesi, sono stato battezzato nella Chiesa ortodossa col nome di Giovanni. per hristos.it

 

timbro hristos 326x327Copyright © 2019 - 2022 Hristos – Tutti i diritti riservati
Fonte: orthodox.net/nativity/nativity-sjok-1.html?fbclid=IwAR0C-3EeM0fzpoz9z7Gmhjlb_OfUrmkGiRf6gnFBF16darLWBrPbHTrx8fY

 

 

Potresti essere interessato a...

L'oscurità incombe sulla Terra
L'oscurità incombe sulla Terra Il male che è disceso sulla nazione è soprattutto colpa della mia generazione – Molti di noi vollero liberarsi dai vincoli della moralità e dalla Legge di Dio... 426 views padre Tryphon
Ingiusto
Ingiusto Quando siamo trattati in modo ingiusto – Se ci lamentiamo sempre di quanto siamo trattati ingiustamente, falliremo nella nostra imitazione di Cristo, il Quale... 523 views padre Tryphon
Infanticidio, ovvero l'aborto
Infanticidio, ovvero l'aborto Non pensiamo nulla del privare un altro essere umano della sua vita – Neghiamo l'umanità del nascituro e ignoriamo la realtà di una vita, avendo deciso che il... 339 views padre Tryphon
Le regole del digiuno nella Chiesa ortodossa
Le regole del digiuno nella Chiesa ortodossa Un giorno venne da lui una madre preoccupata di come combinare il miglior matrimonio possibile per la sua giovane figlia. Quando andò da San Serafino a chiede... 10132 views administrator

Bacheca

Celebrata la Divina Liturgia presso le reliquie di Sant'Ambrogio di Milano

Martedì, 21 Dicembre 2021 12:34

Questo lunedì è stata celebrata la Divina Liturgia in occorrenza della festa di Sant'Ambrogio secondo il vecchio calendario, presso la Basilica di Sa...

Pyotr Mamonov: “Se solo avessi il tempo per prepararmi!”

Lunedì, 13 Settembre 2021 22:53

Nel film “L'Isola" mi sdraio dentro una bara. È un oggetto austero. Quattro pareti e un coperchio: niente Vangelo, niente icone, niente. Io con che c...

Eletto il nuovo patriarca della Chiesa ortodossa serba

Giovedì, 18 Febbraio 2021 22:08

Sua Eminenza il Metropolita Porfirije di Zagabria e Lubiana è stato eletto 46° Patriarca della Chiesa ortodossa serba dopo la dormizione, a novembre,...

Risultati del Sinodo georgiano: nessun tentativo di rovesciare il Patriarca

Sabato, 13 Febbraio 2021 19:32

Tbilisi. Il Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa Georgiana si è riunito oggi a Tbilisi sotto la presidenza di Sua Santità Catholicos-Patriarca, Ilia II...

Mappa interattiva parrocchie ortodosse romene in Italia

Sabato, 13 Febbraio 2021 19:14

Roma − Il Vescovado ortodosso romeno d'Italia ha messo a disposizione dei fedeli una mappa interattiva delle sue parrocchie con un link a ciascun...

Le parrocchie ortodosse ucraine a sostegno dei bambini malati di cancro

Sabato, 13 Febbraio 2021 18:52

Kiev - Ucraina. Nella festa di Presentazione del Signore al Tempio e della Giornata mondiale dei bambini colpiti dal cancro, con la benedizione di Sua...

L'organizzazione giovanile ortodossa

Mercoledì, 10 Febbraio 2021 15:04

La redazione di Hristos è lieta di far conoscere ai nostri lettori una importante organizzazione giovanile dei paesi balcanici, la Confraternita dell...

« »

Prossima festività